2015

Gianni Vittorio Armani

Gianni Vittorio Armani durante la presentazione della campagna #OgniViaggioUnaScoperta (Archivio storico Anas)
Gianni Vittorio Armani durante la presentazione della campagna #OgniViaggioUnaScoperta (Archivio storico Anas)
Gianni Vittorio Armani, Amministratore delegato di Anas (Archivio storico Anas)
Gianni Vittorio Armani, Amministratore delegato di Anas (Archivio storico Anas)
Gianni Vittorio Armani e Renato Mazzoncini, Amministratore delegato del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane (Archivio storico Anas)
Gianni Vittorio Armani e Renato Mazzoncini, Amministratore delegato del Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane (Archivio storico Anas)

Il 18 maggio 2015 l’assemblea degli azionisti di Anas ha nominato presidente del Consiglio di Amministrazione e Amministratore Delegato Gianni Vittorio Armani (Tradate, 1966). 

Armani proviene dal gruppo Terna, dov’era entrato nel 2005 come direttore Operations Italia, diventando poi amministratore delegato di Terna Rete Italia, società del gruppo che si occupa dell’esercizio, della manutenzione e dello sviluppo della rete elettrica di trasmissione nazionale. 

Laureato in Ingegneria Elettrica all’Università di Roma “La Sapienza”, Armani ha un master in Business Administration presso la MIT Sloan School of Management di Cambridge (Massachusetts). Ha un passato lavorativo nella McKinsey e in Telecom.

Il piano investimenti fino al 2020, presentato durante la sua presidenza all’Anas, prevede interventi su oltre il 60% della rete in gestione, pari a oltre 16 mila km di strade. Per quanto riguarda la manutenzione straordinaria, il piano interviene su tratte con volumi di traffico medio giornaliero superiori di oltre il 50% rispetto alla media nazionale e dove si concentra l’80% di incidenti. L’obiettivo è migliorare la sicurezza della circolazione e velocizzare i tempi di spostamento sulla rete Anas.

Nel 2016, con l’apertura al traffico della Galleria Laria (CS), si conclude l’ultimo grande cantiere della Salerno – Reggio Calabria, che a partire da quella data cambia denominazione in A2 “Autostrada del Mediterraneo”, percorribile tutta a tre e due corsie per senso di marcia con standard autostradali.

Armani ha inoltre lavorato all’ingresso di Anas in Ferrovie dello Stato con l’obiettivo di migliorare i collegamenti e cooperare nella pianificazione e nella manutenzione di strade e ferrovie. L’entrata di Anas nel Gruppo FS Italiane si è perfezionata il 18 gennaio 2018.

A gennaio 2018, con l’ingresso di Anas nel gruppo FS Italiane, Armani è stato riconfermato nel CdA Anas con il ruolo di Amministratore delegato e Direttore generale, da cui si è poi dimesso a novembre dello stesso anno.

NOTE

Corriere della Sera Economia, Anas, via 10 miliardi di liti. Il piano per le nozze con FS, 10 luglio 2017 (http://www.stradeanas.it/sites/default/files/Corriere_Economia_10-7-2017_0.pdf);
ilsole24ore.com, Fs-Anas, con firma al Mef nasce gruppo da 11 miliardi di fatturato, 18 gennaio 2018;